Benefici spirituali

Coloro che si iscrivono alla Congregazione Universale della Santa Casa usufruiscono di alcuni importanti benefici spirituali, che possono essere estesi anche ai defunti. Si può iscrivere una singola persona, viva o defunta, e una famiglia di vivi o di defunti, o di vivi e di defunti insieme, oppure un gruppo (associazione, confraternita...). I benefici spirituali sono i seguenti:

Indulgenza plenaria. E concessa l'indulgenza plenaria, a chi si iscrive alla Congregazione, il giorno dell’iscrizione e il 10 dicembre di ogni anno, festa della Madonna di Loreto. L’indulgenza vale tanto per i vivi quanto per i defunti. Le condizioni sono: confessione e comunione entro un tempo di circa 15-20 giorni prima o dopo il giorno dell’iscrizione o della festa del 10 dicembre; preghiere secondo l’intenzione del Sommo Pontefice (per esempio: un Padre Nostro e un’Ave Maria); promessa di essere fedeli agli impegni della Congregazione, i quali consistono in sostanza nel vivere cristianamente. L’acquisto dell’indulgenza plenaria non comporta la visita «locale» del santuario, per cui può acquistarla anche chi fa l’iscrizione da un qualsiasi luogo. Per questo non è necessaria la recita di un Credo e di un Pater.

Partecipazione alle Messe Perpetue. Gli iscritti partecipano in perpetuo ai benefici spirituali di una messa che si celebra ogni giorno, alle ore 8.30, nel Santuario di Loreto. Anche in questo caso possono essere iscritti tanto i vivi quanto i defunti.

Partecipazione alle preghiere e alle opere di bene che si compiono nell’Ordine dei cappuccini.