Pubblicazioni

Stampe devozionali

L'Eucaristia e la Madre del Signore

Autore: Maria Elisabetta Patrizi
Editore: Edizioni Santa Casa Loreto 2011
Pagine: 1022
Euro 48,00

Descrizione

La preparazione al Congresso Eucaristico Nazionale ha favorito nelle diocesi italiane, e specialmente in quelle più vicine geograficamente ad Ancona, il desiderio di approfondire la comprensione del grande dono che rappresenta per la Chiesa il sacramento dell’Eucaristia. 
Non può stupire che dal Santuario di Loreto, nel quale sono conservate le tre pareti della Santa Casa di Nazaret, si sia voluto guardare all’Eucaristia nella sua dimensione mariana. 
Il Beato Giovanni Paolo II, nella lettera indirizzata all’allora Delegato Pontificio della Santa Casa di Loreto in occasione del VII Centenario Lauretano, scriveva: “La Santa Casa di Loreto è ‘icona’ non di astratte verità, ma di un evento e di un mistero: l’Incarnazione del Verbo”.
La relazione tra Incarnazione ed Eucaristia è sempre stata percepita come immediata ed evidente nella tradizione di fede della Chiesa. L’antico inno eucaristico “Ave verum” ne dà una efficace testimonianza, quando, contemplando Cristo presente nel Sacramento, ne dichiara l’identità con il “Corpo nato da Maria Vergine”. 
È per questo che, nella decorazione artistica del Santuario Lauretano, i riferimenti eucaristici sono presenti ovunque, quasi ad accompagnare i pellegrini nella loro scoperta di una verità che essi stessi sono invitati a vivere, accostandosi ai sacramenti della Confessione e dell’Eucaristia. Quante volte, durante il periodo di preparazione al Congresso, la nostra attenzione è stata attirata verso la rappresentazione dell’Annunciazione nella Cappella Tedesca del Santuario, dove, con felice intuizione dell’artista, il raggio luminoso di grazia divina che investe Maria si manifesta già nell’aspetto delle Specie Eucaristiche.
La relazione tra l’Eucaristia e la Madre del Signore è l’oggetto dello studio che ho ora il piacere di presentare, facendone l’omaggio simbolico che il Santuario di Loreto pone a disposizione della Chiesa intera. Esso è innanzitutto offerto al Santo Padre, nostro Maestro nella fede, il cui insegnamento ci illumina e conforta, nella sua espressione che è allo stesso tempo profonda e immediata, e che nella sua ricchezza richiama la semplicità delle parole evangeliche.
È insieme offerto ai confratelli Vescovi, ai sacerdoti, ai religiosi e alle religiose ed ad ogni cristiano che abbia il desiderio di contemplare il mistero eucaristico, nella sua dimensione mariana, quale è stato vissuto e approfondito dalla Chiesa, nell’esperienza del suo secolare cammino, nella elaborazione teologica e nelle manifestazioni liturgiche.
Siamo grati all’Autrice dell’opera, che ha riversato in questo studio i risultati di una vita di riflessione e di esperienza religiosa. Ci auguriamo che il testo possa essere accolto con favore e che possa alimentare un utile approfondimento della nostra fede, quale emana da questo luogo benedetto, santuario “non devozionale ma teologico”, secondo l’espressione cara allo stesso Beato Giovanni Paolo II. Noi, che abbiamo il grande privilegio di vivere all’ombra della Santa Casa, alimentiamo il desiderio che la grazia del Santuario, nella sua profondità, possa essere accolta e vissuta da un numero sempre più grande di fedeli, pronti a ripetere con Maria il loro “fiat” alla volontà di Dio.

Mons. Giovanni Tonucci