Accreditamento giornalisti 

INFORMAZIONI PER I MEDIA

Per tutti gli operatori video, foto e della stampa, il Polo della Comunicazione è a vostra disposizione per inviare immagini e foto in quanto, per garantire il rispetto della normativa vigente, non sarà previsto l’accesso alla Basilica. Vi invitiamo pertanto a prendere contatti attraverso la mail press.santuarioloreto@gmail.com, per ogni tipo di necessità.

Il Santuario Pontificio della Santa Casa di Loreto[1]accoglie gli organi di comunicazione sociale, fornendo loro le informazioni necessarie ed aiutandoli affinché godano delle migliori condizioni per lo svolgimento del loro lavoro. Il Polo della Comunicazioni è responsabile per gli accreditamenti e le autorizzazioni per i professionisti ospiti ai quali fornisce, nei limiti del possibile, le risposte alle loro richieste utili all’elaborazione di notizie, documentari e reportage.

Per tutti gli operatori dei media è fatto obbligo del rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza:

  • utilizzo della mascherina
  • mantenimento del distanziamento sociale
  • divieto di accesso ai luoghi di culto in presenza di temperatura corporea pari o superiore ai 37,5 °

Come richiedere l’accredito temporaneo 

Per richiedere l’accredito temporaneo è necessario inviare alla seguente mail press.santuarioloreto@gmail.com i seguenti dati o compilare il form in fondo alla pagina accrediti:

  • Nome, Cognome del professionista e valido documento di identità (jpg, pdf)
  • Copia della tessera professionale da giornalista o copia di lettera della Testata giornalistica;
  • Testata per cui si lavora
  • Specificare se : Foto, Video o carta stampata
  • Contatti professionali: email, recapito telefonico;
  • Scopo per cui si chiede la richiesta di accreditamento (evento o altro);
  • Data di arrivo al Santuario.

A tutti gli accreditati sarà rilasciato un pass stampa, da ritirare all’arrivo a Loreto.

E’ possibile richiedere un accredito permanente che avrà validità di un anno. Per farlo sarà necessario l’invio solo la prima volta di quanto sopra. Il giornalista con pass permanente sarà ugualmente tenuto ad informare del suo arrivo, alla seguente mail press.santuarioloreto@gmail.com affinché sia riconosciuta la sua presenza e sia favorito nel suo lavoro. L’accredito permanente sarà rilasciato a chi in forma continuativa, avrà necessità di lavorare presso il Santuario. L’istituzione si riserva il diritto di decidere autonomamente circa l’attribuzione di tale accredito.

Regole generali valide per tutti

  • L’accreditamento è individuale e personalizzato per cui, quando un organo di comunicazione invia la propria equipe presso il Santuario, deve richiedere l’accreditamento individuale per ciascuno dei suoi membri, indicando nella mail il nominativo del coordinatore dell’equipe, il quale funge da interlocutore con il Santuario stesso.
  • Le riprese all’interno della Santa Casa vanno concordate in modo specifico (nei tempi e modi) al fine di non arrecare disturbo alla preghiera e da favorire al meglio il lavoro degli operatori dei media. Gli operatori dei media che ne faranno richiesta dovranno essere accompagnati dal Polo della Comunicazione.
  • Le richieste di interviste, vanno specificate nella domanda di accredito. Il Polo della Comunicazione si occuperà di contattare la persona richiesta e di predisporre tempi e modi dell’intervista.
  • Gli operatori della comunicazione dovranno svolgere il proprio lavoro evitando di essere un elemento di distrazione per i pellegrini nei diversi contesti della vita del Santuario, in particolare in quelli di carattere celebrativo. L’ambiente di silenzio e raccoglimento è fondamentale presso questo Santuario.
  • Non sono autorizzate dirette all’interno del Santuario Pontificio(1). Per gli operatori che seguono specifici gruppi, con necessità unicamente di dirette di convegni e incontri presso sale prenotate, è possibile inviare richiesta di autorizzazione, con indicazione (link) al sito/pagina web di riferimento. L’istituzione si riserva il diritto di decidere autonomamente, dopo attenta valutazione, l’autorizzazione richiesta.

Spazi vietati ai giornalisti

L’accredito dei giornalisti non garantisce l’accesso automatico a tutti gli spazi del Santuario. Ad eccezione di una richiesta particolare e delle rispettive autorizzazione, sono vietati gli accessi degli organi di comunicazione:

  • nell’area del presbiterio dei vari luoghi di celebrazione della Basilica;
  • nell’area interna al Dipartimento Sanitario 
  • nell’area interna adibita alle confessioni
  • è fatto divieto di registrare interviste all’interno della Basilica, compresa la Santa Casa, fatta eccezione per richieste particolari che devono pervenire con anticipo.
  • è fatto divieto a tutti gli operatori dei media di effettuare riprese e foto durante le dirette del Santuario negli spazi coperti dalle telecamere. In tali occasioni saranno indicati spazi appositi dove lavorare, che andranno rispettati scrupolosamente.

L’istituzione si riserva il diritto di decidere autonomamente circa l’attribuzione dell’accredito

Per le produzioni televisive

Per le produzioni televisive e documentaristiche che intendano realizzare un progetto al Santuario Pontificio dovranno seguire il seguente iter.

Farne richiesta scritta, inviando copia del progetto che si intende realizzare, obiettivo, specificando se il progetto ha natura commerciale o devozionale e sbocchi televisivi. Inoltre è necessario indicare in numero di persone di cui sarà composta la troupe, e fornire un’indicazione della mole delle attrezzature che il progetto prevede di utilizzare e i tempi.

Dopo valutazione del progetto, in base a quanto presentato, il Polo della Comunicazione, invierà autorizzazione scritta, con regolamento da rispettare nel luogo di culto, e sarà a disposizione per ogni eventuale necessità insorgesse durante le riprese. 

Tale richiesta è finalizzata in primo luogo a preservare e rispettare la proprietà della Santa Sede, in tutti i suoi spazi, ed in secondo luogo a permettere a chi autorizzato un lavoro sereno.


[1]           Per “Santuario” si intende l’area comprensiva di Basilica (superiore e inferiore), sagrato della Basilica, campanile e Palazzo Apostolico. Si ricorda che all’interno della Basilica di Loreto è conservata la “Santa Casa” che, in quanto  reliquia da cui ha origine il Santuario, sottostà per gli operatori dei media a particolari condizioni d’accesso e di ripresa.